Blog

Le ultime novità dal mondo immobiliare
3d house solar energy bar red green

Che cos’è l’APE – Attestato di Prestazione Energetica?

L’Attestato di Prestazione Energetica, noto anche come APE, è un documento che certifica la prestazione energetica dell’edificio. Tale documento è diventato obbligatorio con il Decreto Legge 63/2013, per tutti gli atti di compravendita: acquisto casa, vendita casa, locazione di un immobile, donazione, nuove costruzioni, interventi di ristrutturazione importanti (riguardanti oltre il 25% della superficie immobiliare), demolizione e ricostruzione, edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico la cui superficie sia superiore ai 250mq, stipula di un nuovo contratto relativo agli impianti termici o di climatizzazione di un edificio pubblico.

Il 26 giugno 2015 sono stati emanati inoltre tre decreti interministeriali riguardanti i requisiti minimi, le linee guida per la certificazione energetica degli edifici e gli schemi con modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto.

COME FUNZIONA IL CERTIFICATO APE?

Il certificato APE indica con una scala che va da A a G l’efficienza energetica di un edificio, di un’abitazione indipendente o di un appartamento. Più la lettera è bassa, maggiore sarà il consumo energetico: A4 rappresenta così il punteggio massimo, il livello più alto di efficienza energetica che un immobile possa avere. Il livello G invece è il punteggio minimo. L’Attestato descrive nel dettaglio le caratteristiche energetiche, prendendo in considerazione dunque diversi parametri quali l’isolamento termico, la posizione dell’immobile e la presenza di tutti quegli impianti che garantiscono il comfort e la salubrità all’interno degli ambienti domestici. Ecco in sintesi le informazioni che l’APE deve contenere:

  • Prestazione energetica globale;
  • Qualità energetica del fabbricato;
  • Classe energetica, determinata attraverso l’indice di prestazione energetica globale;
  • Requisiti minimi di efficienza energetica;
  • Caratteristiche termo igrometriche;
  • Indici di prestazione energetica rinnovabile e non rinnovabile, energia elettrica esportata;
  • Emissioni di anidride carbonica;
  • Quantità annua di energia consumata;
  • Elenco dei servizi energetici e delle relative efficienze;
  • Indicazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica.

COME SI CERTIFICA L’APE?

Per redigere l’Attestato di Prestazione Energetica è necessaria la presenza di un professionista tecnico qualificato, con responsabilità civile e penale, che svolga una serie di indagini precise. 

Tramite appositi software, l’analisi energetica dell’immobile permette di valutare le caratteristiche delle murature e quelle geometriche dell’edificio, il sistema di raffreddamento e di riscaldamento degli ambienti presenti, il tipo di impianto in uso e gli eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. 

Una volta inseriti i dati ed eseguiti i calcoli, il certificatore professionista compilerà un documento rilasciando l’APE. Esso andrà custodito insieme a tutti gli altri documenti ufficiali relativi all’edificio dal proprietario dell’immobile. L’Attestato di Prestazione Energetica ha una validità di 10 anni, durante i quali però per mantenerla sarà obbligatorio effettuare una manutenzione periodica della caldaia,. 

Per quanto riguarda il prezzo dell’APE, esso può cambiare da regione a regione, oltre che in base ad alcuni parametri: dimensione dell’immobile in questione ed offerta di professionisti nell’area geografica presa in considerazione. Si parla di un range di prezzi che va dai 150 ai 250 euro.

LE SANZIONI PREVISTE

L’Attestato di Prestazione Energetica è un certificato obbligatorio: ciò significa che non averlo è passibile di sanzione. In caso di violazione infatti, il proprietario verrà multato con una somma da 300 a 1800 euro, mentre per gli edifici di nuova costruzione o quelli sottoposti ad importanti ristrutturazioni il costruttore (o il proprietario) rischiano una sanzione amministrativa da 3.000 a 18.000 euro. Meglio prestare attenzione ad avere tutti i certificati in regola!

L’APE COME SOSTEGNO AL CONSUMATORE

Conoscere quale sia il grado di efficienza energetica della propria abitazione (o di quella che si vuole acquistare) permette di mettere in pratica dei comportamenti utili per ridurre lo spreco energetico e i consumi, oltre a scegliere le modalità più idonee per rinfrescare e riscaldare gli ambienti. Più che un obbligo, potremmo dire che l’APE sia un valido sostegno per l’utente e i suoi consumi! 

Avete necessità di ulteriori verifiche urbanistiche e catastali sul vostro immobile? Tra i vari servizi della nostra agenzia per chi cerca o vende casa ci sono anche questi.

FONTI: idealista.it; acea.it 

Related Posts

Perché comprare casa con un’agenzia immobiliare?

Perché comprare casa con un’agenzia immobiliare? Perché vendere casa affidandosi a un mediatore? Nel momento in cui si deve comprare

Leggi di più

Decreto Semplificazioni: le ultime novità sul Superbonus 110%

Novità importanti per il Superbonus 110% e per il decreto Semplificazioni. È da quasi un anno ormai che sentiamo parlare

Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *