Blog

Le ultime novità dal mondo immobiliare

Cedolare secca: come funziona

Cedolare secca, quante volte ne avrete sentito parlare… La cedolare secca è un regime agevolato che permette di pagare un’imposta sostitutiva sulle locazioni per immobili ad uso abitativo. Importante da sapere è che questa agevolazione è applicabile solo ed esclusivamente ad immobili ad uso abitativo e per le loro pertinenze (box, garage, cantina). Per usufruire della cedolare secca il tuo immobile deve essere accatastato in una delle categorie da A1 ad A11 (con esclusione degli A10 – uffici o studi privati). Per poter controllare la categoria del proprio immobile bisogna essere in possesso della visura catastale.

Ecco i vantaggi della cedolare secca per il locatore (proprietario):

  1. NON paghi le imposte di registro e di bollo
  2. Il canone di locazione NON si accumula con i tuoi redditi
  3. L’imposta sostitutiva da pagare è pari al:  21% se a canone libero, oppure al 10% se a canone concordato (quest’ultimo solo nelle principali città).

Ecco i vantaggi della cedolare secca per il conduttore (inquilino):

  1. Il tuo canone di locazione non subisce aumenti causati dall’aggiornamento ISTAT
  2. Non vi sono costi di registrazione del contratto di locazione

Di seguito per avere le idee più chiare vi mostrerò un esempio pratico:

Canone annuo di locazione dell’immobile: 10.000 Euro
Imposta annua con cedolare secca (21%): 2.100 Euro
NON si paga nessun’altra imposta ne di registro ne di bollo.

Importante, se scegli di optare per il regime di cedolare secca, rinunci a qualsiasi aggiornamento ISTAT del canone di locazione.

Fonte dell’articolo: Agenzia delle entrate

Lorenzo Masocco Immobiliare opera nel settore immobiliare offrendo ai propri clienti un servizio a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *